DIFFIDA TEST JOB POSTING PER OSP

DIFFIDA TEST JOB POSTING PER OSP

 Federazione Nazionale Comunicazioni UGL Comunicazioni Lombardia 

Spett.le 

Poste Italiane S.p.a. 

c.a. Responsabile MACRO AREA NORD OVEST 

Dallegno Dott. Enrico 

Responsabile REL.INDUSTRIALI 

Romeo Dott. Francesco 

 E.p.c. Segreteria Nazionale FNC UGL COM.NI 

S.Muscarella 

 

 Oggetto: Diffida su Test per job posting OSP 

Gentile Responsabile, 

facciamo seguito alla note inviate alla S.V. in data 24 Febbraio e 6 Maggio u.s. con le quali segnalavamo incongruenze e problematiche nelle procedure aziendali in merito all’oggetto e richiedevamo delucidazioni in merito, ad oggi non abbiamo ricevuto risposte. 

Il giorno 27 Maggio l’azienda ha inviato ai lavoratori agli indirizzi mail precedentemente comunicati, il messaggio di ” avvio fase test ” da svolgere entro il 10 Giugno e successivamente i codici per svolgere il test da parte della Giunti Psychometrics S.r.l. ditta esterna incaricata da Poste. 

I lavoratori che hanno iniziato a svolgere i test psicoattitudinali, dopo essersi confrontati tra loro, ci hanno segnalato che la Giunti Psychometrics S.r.l., sembra abbia inviato a tutti i partecipanti dei test con le medesime domande ma semplicemente con ordine invertito; in poco tempo essendosi sparsa la voce in azienda, si è venuti a conoscenza che i questionari con tanto di soluzioni, erano soggetti ad azione illecita. 

Oltre a ciò pare che i sistemi si siano bloccati nella giornata di Giovedì 28 Maggio e che molti lavoratori non siano riusciti a iniziare o terminare i test di selezione. Altri hanno comunicato alle varie strutture territoriali che il messaggio di posta elettronica inviato con le credenziali per accedere alla piattaforma sia inspiegabilmente scomparso dalla posta in arrivo. 

In data 29/05/2020 Poste Italiane S.p.A. ha inviato un nuovo messaggio a mezzo posta elettronica ai colleghi/e aderenti all’iniziativa di JOB POSTING SPORTELLERIA 2020 rassicurando gli stessi che prontamente era già stata inoltrata alla Giunti Psychometrics S.r.l., comunicazione dei numerosi disservizi purtroppo verificatesi nel corso dell’accesso alla piattaforma. 

Fin qui niente di strano, ma alla fine del messaggio è stato raccomandato ai partecipanti che hanno avuto i problemi per accedere alla piattaforma il divieto di 

“riproduzione dei test o di parti di essi con qualsiasi mezzo, compresa stampa, fotografia, microfilm e memorizzazione elettronica, e l’eventuale diffusione anche attraverso social media, etc.. Ogni comportamento non coerente con quanto indicato potrà essere sanzionato e comporterà l’annullamento della prova”. 

Federazione Nazionale Comunicazioni UGL Comunicazioni Lombardia 

Precisiamo che la questione non appartiene solamente a coloro che debbono ancora partecipare al test, ma soprattutto a tutti coloro che hanno già effettuato il test con modalità telematica e che a rigore di logica possono aver utilizzato un metodo non etico ed in linea con quanto sopra descritto dall’azienda. 

I fatti accaduti e quelli da noi precedentemente segnalati in merito ai problemi tecnici anche di coloro che li avevano effettuati in azienda, del non aver tenuto conto delle idoneità già acquisite e i test ” suggeriti ” tra soggetti in azienda sono tutte prove che questa selezione non può essere mandata avanti in questo modo perché il risultato finale sarebbe alterato o peggio falsato. 

La gestione aziendale di questo job posting si sta dimostrando lacunosa e non corretta. La ditta incaricata Giunti Psychometrics S.r.l. dovrebbe personalizzare il test per ogni candidato altrimenti non ha senso una prova fatta da casa propria dove non vi è alcun monitoraggio riguardo a possibili comportamenti scorretti oltre al fatto che i test potrebbero essere tranquillamente passati a terzi e non essere effettuati realmente dai destinatari. 

Alla luce di quanto esposto, la scrivente O.S. diffida Poste Italiane S.p.a. a procedere con la selezione in corso oramai compromessa e chiede l’annullamento dei test selettivi con loro riprogrammazione in sede aziendale, dove in presenza di un responsabile incaricato alla gestione delle prove funga anche da supervisore. 

In questo modo si potrebbe ripristinare l’iniziale modus operandi secondo la scrivente molto più professionale e congeniale per tutelare i lavoratori da possibili brogli e penalizzazioni da parte di soggetti devianti. 

Si richiede inoltre la possibilità di un confronto in sede azienda-sindacato per discutere, chiarire e trovare soluzioni concrete e funzionali. 

In mancanza di risposte a questa ennesima missiva e perdurando le illiceità già appurate e segnalate, ci vedremo costretti ad interventi mirati per dirimere la questione. 

In attesa di urgente riscontro porgiamo Cordiali Saluti. 

Milano, 30/05/2020 

FNC UGL COM LOMBARDIA 

A. ESPOSTO 

Diffida job posting sportelleria 2020.Pdf

Torna in alto